Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Tra questa immensità s'annega il pensier mio (Beatrice Buonaiuto)

Trevignano Romano, Italia, 2021. © Beatrice Buonaiuto - tutti i diritti riservati "Sempre caro mi fu quest'ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte dell'ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo; ove per poco il cor non si spaura. E come il vento odo stormir tra queste piante, io quello infinito silenzio a questa voce vo comparando: e mi sovvien l'eterno, e le morte stagioni, e la presente e viva, e il suon di lei. Così tra questa immensità s'annega il pensier mio: e il naufragar m'è dolce in questo mare." (Giacomo Leopardi)

Ultimi post

_ (A. Arianna Di Tommaso)

La vita non è una linea retta (Enrico Albanesi)

Coffee thoughts (Marcello Bellini)

La mano del mietitore (Daniele Vasselli)

Dolcetto o scherzetto (Paola Massoli)

Sembra ieri (Beatrice Buonaiuto)

_ (A. Arianna Di Tommaso)

Addio (Claudio Bartolotta)

In lumina (Enrico Albanesi)

When I grow up (Marcello Bellini)

Anvedi li Fori Romani! (Daniele Vasselli)

May the force be with you (Paola Massoli)

I randagi della desolazione (Claudio Bartolotta)

_ (A. Arianna Di Tommaso)